ADDIO, NELSON MANDELA

Posted on at

This post is also available in:

Immaginate un modo dominato dalla segregazione razziale, dove si è costretti a vivere e a lavorare separatamente dagli altri gruppi razziali. Immaginate di dover obbedire ad un sistema ideato appositamente per privarvi dei diritti basilari e di essere discriminati solo per il colore della vostra pelle. Immaginate di vivere una vita parallela - eppure separata - dagli altri individui che vengono favoriti apertamente solo per via della razza a cui appartengono. Ecco cos'era l'Apartheid in South Africa

Immaginate un modo dove non vi è concesso di muovervi liberamente entro i confini della vostra patria, ma vi è imposto di vivere e lavorare in aree specifiche, che non avete scelto personalmente. Immaginate di essere obbligati a portare con voi dei documenti di identificazione in ogni momento e di poter essere soggetti a perquisizioni casuali, in balia di forze di polizia create appositamente per reprimervi. Immaginate di vedere revocata la vostra cittadinanza per la sola ragione di non appartenere al gruppo razziale dominante. Ecco cos'era l'Apartheid in South Africa

Immaginate un mondo in cui la razza è il fattore decisivo, quando si tratta di utilizzare i servizi forniti dal governo. Immaginate di non essere in grado di scegliere le scuole in cui volete mandare i vostri figli, le università a cui iscrivervi, o gli ospedali dove farvi curare, le spiagge dove portare la vostra famiglia, i parchi dove fare un giro, o persino gli autobus da prendere per andare in tutti questi posti. Immaginate una società in cui tutte le aree pubbliche sono segregate a seconda della razza e vi è permesso l'accesso solo nel caso in cui portiate un cartello che indichi la vostra razza. Immaginate di realizzare che i servizi a cui avete accesso sono di gran lunga inferiori in qualità e quantità rispetto a quelli della razza dominante. Ecco cos'era l'Apartheid in South Africa.

Immaginate un mondo in cui alcune persone hanno accesso ad un buon livello di educazione, ma voi no. Dove alcune persone hanno la possibilità di possedere della terra, ma voi no. Dove alcune persone hanno il diritto di voto, ma voi no. Dove alcune persone possono candidarsi e assumersi la leadership del proprio paese, ma voi no. Immaginate l'umiliazione di dover vivere in questo mondo, sapendo di venir trattati come cittadini di terza classe, e di venire odiati dai propri leader politici solo per il colore della vostra pelle. Ecco cos'era l'Apartheid in South Africa.

Immaginate un mondo che non vi permette di sposare qualcuno appartenente ad un diverso gruppo razziale. Immaginate di dover subire una discriminazione ancora più dura nel caso foste una donna, con ancora meno diritti, o addirittura nessuno, inclusa la possibilità di ottenere una qualsiasi educazione. Immaginate di non avere la stessa possibilità di altri gruppi razziali di accedere ad un servizio sanitario funzionante e di dover sopportare condizioni sanitarie inadeguate per tutta la vostra vita.

Immaginate di svegliarvi e di realizzare che non si trattava soltanto di un incubo. È la vita che vi è stata data e non c'è modo di uscirne. Ecco cos'era l'Apartheid in South Africa

E ora immaginate la fine di questo mondo e ricordate per sempre l'uomo che ha sconfitto Apartheid.

Grazie, Nelson Mandela.

*     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *     *

Se ti piacerebbe scrivere un blog ma non sei registrato a Film Annex, CLICCA QUI e incomincia il tuo viaggio. Ti unirai a una famiglia di scrittori provenienti da tutto il mondo desiderosi di leggere le tue storie. Scrivere su Film Annex è molto semplice: basta cliccare QUI, schiacciare su REGISTRA e incominciare il mio viaggio. Non appena ti sarai registrato. ISCRIVITI alla mia pagina su FIlm Annex: inizierai subito a guadagnare! :-). 

Se stai già scrivendo su Film Annex, consiglia ai tuoi amici di REGISTRARSI, e suggerisci loro di leggere questo articolo: sarà utile per mostrare loro quello che bisogna fare per scrivere un buon blog ed avere successo su Film Annex.

Giacomo Cresti

Senior Editor Annex Press

Film Annex

Se ti sei perso qualcuno dei miei articoli precedenti, puoi trovarli sulla mia pagina personale: http://www.filmannex.com/webtv/giacomo

Seguimi su @giacomocresti76 ed iscriviti alla mia pagina. :-)



About the author

Antonio-NadeaTranslations

We are an italian couple, Irene lives in Milan and Antonio in Naples. We are studying foreign languages and that's one of our greatest passions, along with cats and ethnic food.

We hope (and work hard!) to bring more and more italian people to Film Annex.

Subscribe 3640
160