L'ALFABETIZZAZIONE DIGITALE USATA PER L'EMPOWERMENT FEMMINILE NEL MONDO

Posted on at

This post is also available in:

Fin dagli albori della civiltà umana, agli uomini è stato affidato culturalmente il procacciamento del cibo per i membri della loro famiglia e la difesa del nucleo familiare, combattendo eventuali aggressori. Alle donne, invece, è stata affidata la cura dei bambini ed il preservamento dell'integrità e della funzionalità della propria casa. Fortunatamente l'umanità ha compiuto notevoli passi avanti da questa visione preistorica della società ed ora, nella maggior parte delle culture, uomini e donne condividono e si scambiano i ruoli, senza la percezione di stare infrangendo una "legge non scritta imposta dall'evoluzione". Ancora più importante è che entrambi sono liberi di seguire le proprie ambizioni e di realizzare i propri sogni. Conosco personalmente molti amici di sesso maschile che hanno deciso di lasciare il lavoro e di prendersi cura dei propri figli, lasciando che le loro mogli perseguissero le proprie carriere. Ciò non significa soltanto abbracciare la causa dell'emancipazione femminile; è empowering femminile ad un livello molto più alto, che permette loro di esercitare il proprio diritto di vivere la vita che hanno scelto per sè stesse. Tutti gli esseri umani sono sono nati con eguali diritti a perseguire e realizzare la propria felicità e noi dobbiamo continuare a promuovere e a mettere in pratica pari opportunità per entrambi i sessi.

Un cambio culturale progressivo sta prendendo forma a livello globare in diverse società, ma c'è ancora bisogno di molto lavoro, specialmente in quei paesi dove le donne continuano ad essere discriminate. Nonostante leggiamo quotidianamente storie sulla promozione dell'empowerment femminile in diverse parti del mondo, in realtà le donne continuano a sopportare repressione e violenza in alcuni angoli del globo, nonchè vengono loro negati i più elementari diritti umani. Per esempio, mi colma di rabbia pensare a quante donne non è nemmeno permesso lasciare la propria casa accompagnate da un familiare di sesso maschile. Vuol dire fondamentalmente tenere un individuo in ostaggio in casa propria. Non possono uscire per una passeggiata, andare a fare la spesa, figuriamoci cercare un lavoro. Per l'amor di Dio, stiamo uscendo dall'Età del bronzo? Al momento la popolazione mondiale consiste in 7,13 miliardi di persone, di cui circa il 50% sono donne. Se ogni nazione del mondo mostrasse come procedere verso l'empowerment femminile, la produttività di ognuna verrebbe moltiplicata. Le culture che reprimono le donne dovrebbero smetterla di lamentarsi della loro economia stagnante ed iniziare invece a pensare al potenziale che stanno sprecando. 

Se a tutte le donne venisse permesso di lavorare, l'economia mondiale riceverebbe la spinta più potente nella storia dell'umanità. Permettetemi di fare un esempio di come la produttività femminile possa promuovere l'economia di un'intera nazione. Secondo Forbes e NerdWallet, negli Stati Uniti le donne che gestiscono un'attività sono aumentate da 5,4 milioni a 7,8 milioni in 10 anni - dal 1997 al 2007. Una delle ragioni per cui l'economia statunitense funziona meglio di altre deve essere quindi questo fattore sorprendente. Forbes e NerdWallet hanno anche delineato i loro "suggerimenti per le future imprenditrici":

1. Trova chi ti consigli e chiedi aiuto se ne hai bisogno.

2. Consiglia gli altri a tua volta.

3. Credi in te.

4. Network.

5. Fidati del tuo istinto

6. Ottieni un certificato.

7. Non aspettare il tempismo perfetto.

Mi ha fatto inizialmente piacere quando ho letto, di recente, l'ultima relazione del Forum Economico Mondiale (WEF - World Economic Forum), che mostra come nel 2013 il gap di genere sia diminuito. Molti paesi possono essere orgogliosi dei propri costanti sforzi per eliminare ogni diversità fra uomo e donna, specialmente nell'Europa settentrionale. Man mano che continuavo a lggere, tuttavia, ho presto realizzato che i risultati dell'indagine erano veri solo a metà, visto che in Medio Oriente e in Africa settentriale non è stato registrato alcun miglioramento. Dire che sia stata una delusione è soltanto un eufemismo.

Women's Annex è un'organizzazione che sta cercando di eliminare questo divario, usando l'alfabetizzazione digitale come mezzo con cui le donne possano rompere il ciclo degli abusi domestici e raggiungere l'indipendenza finanziaria. Sviluppato come un sito internet autosufficiente per aiutare le donne in Afghanistan, Women's Annex è una "piattaforma per blog e film che promuovere l'empowerment di donne e bambini in Asia Centrale con un modello "pay for content", in cui blogger e filmmaker vengono pagati in base al loro Buzz (performance) score". A questo scopo, Women's Annex lavora non solo per fornire supporto alle donne Afghane oppresse, ma anche per aumentare la produttività della popolazione Afghana, innescando un potenziale sviluppo economico per l'intera nazione.

Mi fa davvero arrabbiare osservare ogni giorno ingiustizie sociali alle spese delle donne, soprattutto perchè mi fa sentire completamente impotente. Ciò che posso fare, tuttavia, è esprimere la mia fustrazione davanti allo schermo di un computer, sperando che possa innescare un qualche cambiamento. Ti chiedo di unirti a me in una campagna sui social media per fare pressioni sui paesi del mondo che non sono in grado di mettere in pratica giustizia e cambiamento culturale in favore della popolazione femminile. Tutti noi possiamo usare i nostri social network in modo strategico per promuovere un'iniziativa globale per l'empowerment femminile intorno al mondo. Scrivere un blog non richiede molto tempo. Se ognuno di noi lo fa, tuttavia, miliardi di blog invaderanno il ciberspazio, scuotendo la realtà di quei governanti che devono svegliarsi ed iniziare a fare qualcosa di costruttivo per la libertà delle donne. Chi è con me?

Giacomo Cresti

Senior Editor Annex Press

Film Annex

Se hai perso uno dei miei articoli precedenti, puoi trovarlo sulla mia pagina personale: http://www.filmannex.com/webtv/giacomo

Seguimi su @giacomocresti76 ed iscriviti alla mia pagina. :-)



About the author

Antonio-NadeaTranslations

We are an italian couple, Irene lives in Milan and Antonio in Naples. We are studying foreign languages and that's one of our greatest passions, along with cats and ethnic food.

We hope (and work hard!) to bring more and more italian people to Film Annex.

Subscribe 3640
160