DUE RECENSIONI (POLEMICHE) DI FILM DEL 2013: NYMPHOMANIAC E BLUE IS THE WARMEST COLOUR

Posted on at

This post is also available in:

Dato che mi trovo a dover scrivere il copione di alcuni film il cui argomento principale è il sesso, sto guardando molti film e serie televisivi contenenti erotismo o scene di sesso. Ho trovato davvero poco materiale che attirasse la mia attenzione, ma Nymphomaniac e Blue is the warmest colour sono state l'eccezione, ed ecco quello che ne penso.

NELLA RECENSIONE NON SONO PRESENTI SPOILER O CONTENUTI ESPLICITI (nonostante entrambi i film siano per adulti)

Iniziamo con una breve sinopsi:

Blue is the warmest colour: la vita di Adele cambia quando incontra Emma, una giovane donna dai capelli azzurri, che la aiuterà a scoprire il desiderio, ad affermarsi come donna e come adulto. Diretto da Abdellatif Kechiche, con Adèle Exarchopoulos e Léa Seydoux. Palma d'Oro come miglior film a Cannes..

Alcune curiosità: il regista voleva seguire Adèle passo passo con le telecamere per dare un tocco di realismo al film, quindi hanno cambiato il nome del personaggio da Clementine ad Adèle per poter registrare tutto evitando che la gente chiamasse l'attrice con il suo vero nome e non con quello del personaggio. Sono state riprese oltre 800 ore.

Julie Maroh, l'autrice della graphic novel originale sulla quale è basato questo film, non concorda con questo adattamento.

Fonte della sinopsi: www.IMDB.com

Nymphomaniac: Una ninfomane autodiagnosticata racconta le sue esperienze erotiche all'uomo che l'ha salvata dopo un pestaggio. Diretto da Lars Von Trier, con Charlotte Gainsbourg Stellan Skarsgård, Shia LaBeouf, Uma Thurman, Christian Slater e molti altri attori famosi.

Alcune curiosità: la colonna sonora spazia dagli aggressivi brani industrial metal dei Rammstein fino all'opera baracca per organo di Bach. È il capitolo finale della Trilogia della Depressione di Von Trier, che include Antichrist e Melancholia. Il film inizia con una schermata nera per circa 45 secondi con solo suoni di sottofondo, cosa che potrebbe essere un piccolo omaggio alle scene iniziale di "The Innocents".

Principali somiglianze fra i due film europei:

-i personaggi principali sono donne. Gli uomini non vengono rappresentati in profondità, sono lì solo per essere "usati" (eccetto i genitori e Stellan in Nymphomaniac, dato che aiuta a portare avanti la narrazione e cerca una spiegazione per il comportamento di Joe).

-lo stile è piuttosto documentaristico e realistico, con molti movimenti di telecamera.

-sono lunghi: Blue dura 180 minuti e Nymphomaniac 5 ore e mezza (per ora hanno distribuito solo il primo volume, che ne racchiude la metà).

-la recitazione è ottima, soprattutto Adèle Exarchopoulos in Blue e Stacy Martin in Nympho.

-sono presenti scene di sesso esplicito.

-ci sono molte conversazioni su filosofia e arte.

-il sesso è collegato al cibo.

-viene mostrato come una giovane, "innocente" ragazza diventa una donna adulta; in Blue il personaggio principale si innamora di una lesbica ed in Nympho scopre la sua lussuria inarrestabile.

Le differenze principali:

-Blue prende la trama molto seriamente, mentre Nympho possiede un senso dell'umorismo molto particolare, nonostante si tratti di un film drammatico.

-Blue è l'adattamento di un fumetto, mentre Nymphomaniac è una storia originale.

-Nymphomaniac comprende molte scene in cui sembra che il regista - sceneggiatore parlino direttamente allo spettatore. Questa sensazione viene rafforzata anche da alcuni grafismi che appaiono sullo schermo (numeri, disegni, filmati documentari extra). Blue è solo la storia di queste due ragazze, nulla distrae lo spettatore dagli eventi in corso.

-Nymphomaniac include una grande quantità di voci off screen, dato che la struttura si basa sui ricordi della protagonista Joe e sulla conversazione che ha con Stellan. Blue non ne ha.

-Il tempo di Blue è sempre il presente, senza flashback o fastforward. Nympho salta di continuo dal passato al presente.

-Blue è molto intenso. La relazione fra le due ragazze è molto drammatica e appassionata, mentre Nympho è più "filosofico". In Nympho al sesso si collegano molti aspetti della vita: pescare, la musica di Bach, la letteratura... si parla a lungo di questi argomenti. Perciò i dialoghi di Blue sono molto realistici e quelli di Nympho non lo sono. Questi ultimi danno l'impressione di leggere un saggio o di frequentare una lessione all'università. Non sono mai penetrato nei personaggi a causa di una overdose di monologhi.

-Le riprese di Blue sono all'85% dei close up, mentre Nympho presente una maggiore varietà: il film comprende anche scene in bianco e nero ed alcune tecniche di animazione.

-Le scene di sesso di Blue sono lunghe, ma non credo che le stessero mettendo in pratica davvero. Le scene di sesso di Nympho sono più corte ma più realistiche.

Lasciatemi fermare qua per un minuto. Entrambi i film erano polemici a causa del loro contenuto sessuale, ma per me si presenta soltanto un problema con Blue is the warmest colour. Dato che lo stile è realistico e che l'intero film ti ancora in questa atmosfera, non capisco perché performino atti sessuali così crudi ed espliciti fingendo! I movimenti delle mani o dei corpi... si può percepire la loro innaturalezza. Anche peggio è il fatto che durino per un bel po' (ci sono alcune scene che continuano no-stop per 5 minuti). Quindi, per me, il sesso esplicito in Blue è una scelta sbagliata. Non aggiunge niente alla storia. Si potrebbe toglierli o semplicemente ridurli ad un minuto e funzionerebbe nello stesso modo.

Amore, passione, gelosia, ossessione... Blue is the warmest colour

Dal lato opposto abbiamo Nymphomaniac, che è stato altrettanto colpito dalla polemica sul sesso esplicito. A me è piaciuto come è stato rappresentato. Gli atti erano brevi, realistici e aggiungevano soltanto dettagli nella storia o agli argomenti esistenzialisti. Possiamo percepire perché Joe stia facendo sesso, per curiosità, rabbia, tristezza, solitudine... si tratta solo di una parte della sua vita e come tale viene rappresentata.

Musica, filosofia, anatomia, piacere... Nymphomaniac

Il sesso esplicito è stato quindi un modo importante per raccontare la storia? Per me non tanto in Blue quanto in Nymphomaniac. È vero che in Blue si vede quanta passione entrambe le ragazze mettano nella loro relazione, come si amino l'un l'altra e anche una parte della vita di Adèle, che è lo scopo principale del film: dipingere come Adèle viva, senta e ami.

In Nymphomaniac, il sesso è ovunque. bach, Edgar Allan Poe, i numeri di Fibonacci, la pesca... è un film costruito su metafore molto interessanti riguardo ad esso. Perciò è più freddo di Blue, quasi come una lezione di anatomia.

In entrambi i casi è rappresentato in un modo molto naturale, che non si occupa mai della lussuria dello spettatore come un film che vuole far leva su di essa. È sincero, intenso e vicino alla vita (nonostante io abbia avuto qualche problema con Blue, come ho detto).

In conclusione i lati positivi dei film: entrambi sono film estremamente stimolanti a livello intellettuale che vi consiglio di guardare per trarre le vostre conclusioni. Li ho recensiti insieme perché penso che siano una buona combinazione, non potrei scegliere fra i due: quello che include uno manca nell'altro e viceversa. Se Blue è più appassionato, emotivo, affronta eventi reali e si concentra sulla vita di un singolo personaggio, Nymphomaniac è universale, freddo, analitico, cerca di spiegare il modo in cui agiamo in molti modi e mostra che la moralità e l'etica hanno più di un solo significato. La recitazione è ottima (nonostante in Nympho ci siano alcune eccezioni, ma si tratta più di un problema di sceneggiatura che di attori).

Blue is the warmest colour: fuoco e amore.

I punti negativi del film: data la loro durata, ad un certo punto ci si può annoiare (più in Nympho che in Blue). non sono un grande fan della telecamera in movimento e delle immagini sfocate. Non mi è piaciuto il sesso in Blue. Nympho è troppo esplicito nella spiegazione di alcuni dei suoi argomenti, mi è mancato un po' di silenzio per pensare e tirare le mie conclusioni, inoltre non ho apprezzato i dialoghi di Stellan.

Nymphomaniac: numeri, simboli, sperimentazione, sesso e filosofia

Se dovessi dare un voto in numeri, entrambi meriterebbero un 7.5 su 10. Ovviamente non capisco la polemica che li ha interessati. Entrambi sono film molto rispettosi, intelligenti e, ovviamente, non morbosi, e il sesso e la nudità sono una parte (importante) della vita.

 

 



About the author

Antonio-NadeaTranslations

We are an italian couple, Irene lives in Milan and Antonio in Naples. We are studying foreign languages and that's one of our greatest passions, along with cats and ethnic food.

We hope (and work hard!) to bring more and more italian people to Film Annex.

Subscribe 3639
160