Perché sto realizzando un film documentario

Posted on at

This post is also available in:

Credo fortemente nel fatto che la storia possa  e debba essere cambiata, ma di certo ci vuole tempo e può essere fatto soltanto un passo alla volta. Credo che il mio film documentario "Love is the highest law" potrà compiere qualche passo, per quanto piccolo o minuscolo che sia, per fare la differenza - verso un futuro migliore, più felice e più tollerante. Poche persone al mondo sono consapevoli della situazione dei diritti degli omosessuali in Russia e nessun cambiamento può essere fatto senza conoscenza, quindi la mia speranza consiste nel far conoscere alle persone di tutto il mondo l'attuale situazione nella mia madrepatria. La Russia ha di recente approvato delle leggi contro gli individui dello stesso sesso che hanno contribuito a far crescere l'omofobia. La DUMA (la camera bassa del parlamento) la giustifica come propaganda omosessuale (30 Luglio 2013), approvando un decreto intitolato “propaganda delle relazioni sessuali non tradizionali”. Chi viene scoperto mentre parla o mostra la propria omosessualità viene multato o addirittura imprigionato. A causa di queste leggi, la Russia ha iniziato a prendere di mira e a perseguitare le persone LGBT, la maggior parte delle volte in maniera violenta. (Ecco alcuni articoli recenti su quest'argomento http://www.bbc.co.uk/news/world-europe-21578520 e http://www.bbc.co.uk/news/world-europe-22862210)

Uomini e donne omosessuali sono stati attaccati nelle strade; alcuni sono stati addirittura rapiti o dati per morti. Nonostante la crescita dell'informazione sulla questione, molti non sono consapevoli dello stato in cui si trova la Russia in questo momento in termini di diritti LGBT. (http://nyti.ms/167vzgp) (http://au.ibtimes.com/articles/513527/20131014/russia-lgbt-gay-rights-violence-pride-rally.htm#.Un7KZeLBOLw). Vlad Tornovy, un ragazzo omosessuale di 22 anni, è stato picchiato orrendamente, gli sono state inserite bottiglie di birra nel retto (per nominare una delle orrende torture che ha subito) ed è stato alla fine ucciso con la faccia frantumata da una roccia (http://t.co/W2MB4DJyW6). Molti singoli individui e gruppi oppositori degli omosessuali postano online con orgoglio video di pestaggi o di persecuzioni, permettendo alle persone di diffonderli nei social media. Nella maggior parte dei casi questi uomini e queste donne non vengono toccati dalle autorità russe, che voltano la testa dall'altra parte.

                  Oltre alla violenza, le leggi promulgate hanno costretto molti russi a perdere il proprio lavoro per aver dichiarato apertamente la propria omosessualità, anzi, in alcuni casi solo per aver parlato della questione. Anton Krasovsky, un famoso reporter, è stato licenziato immediatamente per aver annunciato in diretta di essere gay. Olga Bakhayeva, un'insegnante, è stata costretta a lasciare il lavoro dopo aver sopportato tre mesi di molestie omofobe dalle autorità e dalle forze dell'ordine. Queste storie vanno perdute nella società occidentale, dato che molti non sono consapevoli di ciò che sta accadendo oltremare.

                    La violenza ed il deterioramento della situazione LGBT sta iniziando a pesare non solo in Russia, ma anche qui negli stessi Stati Uniti, dato che molte persone scappano dalla Russia nella speranza di ottenere asilo o un qualche stato di rifugiati. (http://shar.es/83PCQ). Tuttavia, pur recandosi in America nella speranza di trovare libertà, molti hanno difficoltà ad ottenere asilo o a entrare in possesso del visto per risiedere qui legalmente. Spero con il mio film di mostrare la verità sulla questione da una prospettiva personale, mostrando la paura dei russi per la propria sicurezza personale ed il loro desiderio di sfuggire alla violenza recandosi all'estero e tentando di avere successo qui in America.



About the author

Irene-NadeaTranslations

We are an italian couple, Irene lives in Milan and Antonio in Naples. We are studying foreign languages and that's one of our greatest passions, along with cats and ethnic food. We hope (and work hard!) to bring more and more italian people to Film Annex.

Subscribe 2387
160