SERVIZIO FOTOGRAFICO - BRIDGE TO RUIN

Posted on at

This post is also available in:

 

Nel giugno 2012 ero in visita dal mio grande amico David Corbett, che all'epoca viveva in una zona un po' periferica nell'area di Mansfield, una grande città vicino Nottingham, nel Regno Unito. Mentre stavamo parlando del più e del meno accennai a David quanto volessi fotografare dei graffiti, come avevo fatto l'anno prima, documentando le fantastiche street art create per l'Euro Cultured Festival di Manchester. David restò a pensare per qualche secondo, per poi dirmi che nei paraggi c'era una zona che mi sarebbe potuta interessare. Fu decisamente vago e criptico sul perché dovessimo andare lì, mi disse semplicemente che avrei capito quando saremmo arrivati.

Prendemmo l'attrezzatura e ci dirigemmo fuori dalla strada principale, giù per un vicolo che andava parallelo ai binari. Mentre parlavamo iniziai a scorgere dei graffiti molto intricati, su quello che sembrava un edificio industriale. Dopo qualche scatto chiesi a David se questo fosse quello che voleva mostrarmi. Mi rispose di no, indicandomi la strada davanti a noi. In lontananza si vedeva un ponte che formava un incrocio con i binari. Mentre ci avvicinavamo, mi chiedevo perché mai un ponte dovrebbe interessarmi? Stavo per porre la stessa domanda a David, quando si girò verso di me dicendo "Ho paura ogni volta che passo di qua". Non ricordo le parole esatte, ma furono più o meno queste.

Mentre raggiungevamo il ponte, capii a cosa David si riferisse . Rispetto al sole bollente di quel giorno, c'era un'atmosfera lugubre e agghiacciante. Come spero si possa scorgere dalle immagini, il ponte era praticamente ricoperto dai graffiti. In diretto contrasto con la street art del Festival Euro Cultured (i graffiti erano realizzati con nient'altro che amore per l'arte), questi sembravano invece scaturiti da una perversione alimentata dalla disperazione, dalla rabbia e dalla povertà. Il ponte sembrava un luogo maledetto. Oltre il ponte e le rotaie si poteva scorgere una zona residenziale abbandonata. Mentre scattavo le foto, le finestre sbattevano rumorosamente. Mi sentii come in un luogo pervaso da una strana malattia. Mi ricordava quasi il set di The Walking Dead.

Grazie per aver letto questo blog. Spero che le immagini vi siano piaciute. Per leggere gli altri miei blog, cliccate QUI.

Se sei nuovo su Film Annex e desideri caricare i tuoi video e blog su questa fantastica piattaforma, clicca QUI per iniziare. Iscriviti alla mia pagina su Film Annex e avvisatevi dei vostri aggiornamenti su Twitter @iaingoodyear. Facendo ciò vi potrò aiutare condividendo i vostri lavori con gli altri utenti di Film Annex, attraverso i social network.

Per ricevere i futuri aggiornamenti sulle mie foto e film, iscrivetevi a www.filmannex.com/iaingoodyear.

 

 

 

 

 

 

 

 

Iain Goodyear

 

 (Traduzione dall'inglese a cura di Nadea Translations)



About the author

Antonio-NadeaTranslations

We are an italian couple, Irene lives in Milan and Antonio in Naples. We are studying foreign languages and that's one of our greatest passions, along with cats and ethnic food.

We hope (and work hard!) to bring more and more italian people to Film Annex.

Subscribe 3639
160