UNO STIMOLANTE ESEMPIO DI EMPOWERMENT FEMMINILE MI RICORDA LA PRECARIETÀ DELLA CONDIVISIONE SUI SOCIAL MEDIA

Posted on at

This post is also available in:

Immaginate di nuotare per 110 miglia, più o meno la distanza fra New York City e Philadelphia, più altre 13 miglia. Ora immaginate di farlo in in mezzo a squali mortali e meduse, senza nulla che vi separi. E ora immaginate di riuscirci nei vostri 60 anni (a meno che non abbiate già raggiunto quest'età). Credo che vi siate fatti un'idea. Impossibile? Diana Nyad ce l'ha fatta. Questa straordinaria donna americana è stata la prima persona a nuotare dalla costa cubana nell'Avana fino all'isola di Key West negli Stati Uniti senza una gabbia antisqualo.

All'arrivo aveva tre messaggi per coloro che la circondavano: 

1) Non bisogna mai arrendersi.

2) Non si è mai troppo vecchi per inseguire i propri sogni.

3) Sembra uno sport solitario, ma in realtà la squadra è di vitale importanza.

Diana non è una principiante nel nuoto di resistenza. Nel 1975, per esempio, ha nuotato intorno all'isola di Manhattan in meno di 8 ore. La sua ultima impresa è fantastica. Escludendo i momenti in cui ha ricevuto cibo ed acqua, Diana ha continuato a nuotare per 53 ore, aiutata da un team di professionisti che controllava le sue condizioni. Ha tentato di compiere la traversata altre 3 volte nella sua vita, ma ha dovuto rinunciare per motivi di salute. Questa volta c'è riuscita e ora non solo detiene un record di cui è immensamente fiera, ma è anche di grande stimolo per l'empowerment e la leadership femminile in tutto il mondo. Il significato del suo messaggio va ben oltre il suo risultato personale ed incoraggia le donne a cercare di ottenere ciò che vogliono, non importa quanto sia difficile o quante volte la gente possa mettere in dubbio il loro potenziale.

Quest'impresa sicuramente è di straordinaria importanza per Diana, ma per me è un vivido promemoria della difficile relazione fra Cuba e gli Stati Uniti. Simboleggia la fuga di innumerevoli cubani dal loro luogo di nascita, in cerca di più opportunità per una vita migliore. Una volta sentito parlare di quest'impresa, non ho potuto fare a meno di ripensare alla mia visita in questa isola meravigliosa. Una volta mi sono soffermato sul Malecon - la famosa strada e diga marina che protegge la costa dell'Avana che si affaccia sul Mare dei Caraibi - guardando nella stessa direzione in cui guardava Diana prima di tuffarsi in acqua.

 

Tutti all'Avana vanno al Malecon, poveri o ricchi, giovani e vecchi, da soli o accompagnati. È un posto che vede nuovi amori nascere e vecchi amori finire. Un posto dove si esprimono desideri e si infrangono sogni. Un posto di festa, ma anche di disperazione. Mentre stavo fermo lì, in silenzio, riflettendo su ciò che quel posto, così vicino alle coste della Florida, dovesse significare per i Cubani e per la loro storia, ricordo di essere stato sopraffatto da una moltitudine di sentimenti. Quante volte avranno abbandonato quelle coste senza sapere che cosa li aspettava? Quanti addii sono stati pronunciati con la consapevolezza che avrebbero potuto essere per sempre? Quante lacrime versate?

Dallo scorso gennaio i Cubani sono autorizzati a lasciare il paese, se lo desiderano. Pochi tuttavia se lo possono permettere, dato che il salario medio non è sufficiente per prenotare il trasporto fuori dall'isola. Inoltre, il blogging non è molto diffuso a Cuba, perché l'uso di internet è permesso solo agli studenti universitari (ma solo all'interno del campus) e a professionisti come professori e dottori. La possibilità di guadagnare online è prossima allo zero, dato che la condivisione sui social media nel paese è inefficace. Perciò, i blogger a Cuba non possono ottenere il tipo di guadagni che ottengono scrittori in altri paesi, usando siti internet come Film Annex. L'unico introito che proviene da Internet è la tariffa che gli studenti si fanno pagare illegalmente per affittare internet ad altri privati cittadini, che hanno bisogno di utilizzarlo per ragioni d'affari. Ebbene sì, la creatività dell'essere umano spesso supera la sua intelligenza. Benvenuti a Cuba.

Giacomo Cresti

Senior Editor Annex Press, Film Annex

http://www.filmannex.com/webtv/giacomo

Seguimi su @giacomocresti76

Iscriviti alla mia pagina! :-)




About the author

Antonio-NadeaTranslations

We are an italian couple, Irene lives in Milan and Antonio in Naples. We are studying foreign languages and that's one of our greatest passions, along with cats and ethnic food.

We hope (and work hard!) to bring more and more italian people to Film Annex.

Subscribe 3594
160

advertising