LA MIA ESPERIENZA CON I LIPDUB

Posted on at

This post is also available in:

Considerando che il mio lipdub, girato nel 2011, ha raggiunto le 400,000+  visualizzazioni su internet, voglio condividere con voi questa mia esperienza.

Prima di tutto, non mi piace tutto ciò che c'è dietro questo format, un mucchio di studenti travestiti che ballano, ridono e fanno battute incomprensibili allo spettatore. Come al solito, stile amatoriale: telecamera traballante, girato in più di una ripresa, senza prendere in considerazione le luci e i colori.

Quando mi venne proposto questo lavoro, lo accettai per due motivi:

1 - Mia madre è un dottore e si è laureata in quella stessa università. Quando ero piccolo (lei studiava ancora) ho passato molte ore lì con lei. Sono persino entrato nell'obitorio quando avevo 4 anni!

2 - Mi piacciono le riprese lunghe, e girare un lipdub rappresentava una buona occasione per fare qualcosa di più complesso.

Il mio approccio fu differente: cercai di amalgamare i contenuti, la tecnica e il ritmo, senza cadere in un formato che non dicesse altro che: guarda quanto è figa la nostra università, guarda come ci divertiamo!

Il lipdub avrebbe raccontato una storia: quella di uno studente che entra a far parte della facoltà di medicina e inizia a studiare, superando gli esami, i test.. fino a laurearsi. Potete vedere i docenti dell'università, le varie materie, la sofferenza degli studenti nel preparare gli ultimi esami e infine la loro felicità per averli superati.

Il tutto è stato girato con una buona steadycam, abbiamo curato i cambi di luce al meglio - e ho editato quello che ho girato in post-produzione, per rendere migliori i colori.

Mi è piaciuto lavorare a questo progetto? Beh, sì e no.

Sì, per la difficoltà rappresentata da girare tutto in una sola ripresa, raccontando una storia - facendo attenzione ai testi - e a cosa significassero le immagini (ad esempio, quando sullo schermo compare una bicicletta, il cantante dice "Non voglio smettere di correre", sincronizzazione perfetta!); Mi è piaciuto moltissimo.

No, perché questo non è il mio campo; amo il cinema, la pubblicità, i video musicali e quelli di sperimentazione, quindi per me girare questo lipdub rappresentava un momento di divertimento. Inoltre, avere a che fare con più di 400 studenti è difficile; non smettono mai di parlare, e ci sono molti assolutamente non motivati a prendere il progetto seriamene (altri, invece, sono stati molto collaborativi, e li ringrazio per questo).

Il risultato finale? Spero vi piaccia!

Se volete vedere cosa significasse stare dietro alla telecamera, qui potete vedere me e il cameraman mentre corriamo per l'università, cantando e dirigendo gli studenti.. Divertente, ma faticoso!

A seguito di questo progetto mi sono stati offerti molti altri lipdub, ma ho sempre rifiutato, per i motivi che ho spiegato sopra.

Uno è più che abbastanza, per quello che vengono pagati!

 

Miguel Ángel Font Bisier


 (Traduzione dall'inglese ad opera di Nadea Translations)



About the author

Antonio-NadeaTranslations

We are an italian couple, Irene lives in Milan and Antonio in Naples. We are studying foreign languages and that's one of our greatest passions, along with cats and ethnic food.

We hope (and work hard!) to bring more and more italian people to Film Annex.

Subscribe 3646
160